Vivere intensamente il reale – Lezione Religione Russell-Newton

Two Boys Diving off Dock into Lake --- Image by © Royalty-Free/Corbis

LA CONDIZIONE PER ESSERE RELIGIOSI NON È ALTRO CHE L’IMPEGNO CON LA REALTÀ, VIVERE INTENSAMENTE IL REALE. PROPRIO QUESTO, CHE SEMBRA LA COSA PIÙ SEMPLICE, È QUELLO CHE INVECE SI STENTA A VIVERE, PROIETTATI NEL FUTURO O NEL PASSATO, MA SFUGGENTI SUL PRESENTE, SUL “QUI ED ORA”, CHE È L’UNICA REALTÀ CHE VIVIAMO.

UNA SERIE DI CITAZIONI DI SCRITTORI E FILOSOFI CHE DOCUMENTANO QUESTA DIFFICOLTÀ E LE PAROLE DE “IL SENSO RELIGIOSO” DI LUIGI GIUSSANI IN CUI AFFERMA CHE LA RELIGIOSITÀ CRESCE QUANTO PIÙ SI VIVE INTENSAMENTE LA REALTÀ.

La Canzone “ASSENZIO” di Fedez E J-Ax che sta scalando le classifiche e che nel testo afferma dolorosamente come la smania del successo o la distrazione e il vivere in modo meccanico fanno perdere le cose più importanti. C’è una nostalgia di una semplicità (la neve che per i bambini è una meraviglia e per i grandi un fastidio) e di una essenzialità (la fama non serve quando vedi che potresti perdere la persona che ami), che attende qualcosa che nella fragilità che ci porta via cosí in fretta, salvi quel diamante che ognuno è, come si dice nelle ultime intense parole cantate dalla bellissima Levante: “Più leggeri della cenere, voliamo via se il vento soffia forte. Più preziosi di un diamante che diventa luce quando fuori è notte. Divento luce se là fuori è notte”.

Qui il testo: Assenzio, Fedez e J-Axz