Autore: Giova

Giovanni Paccosi

18. La libertà: esperienze a confronto

La realtà intera, la natura, il mondo, le esigenze e i desideri che ci costituiscono, si presentano come segno: rimandano a un Oltre, a un’origine e a un compimento che sta al di là di tutto quello che possiamo comprendere. Sorge la percezione del Mistero, di Dio come questo infinito e enigmatico protagonista del reale.…
Leggi tutto


07/04/2021 0

17-c. La realtà è segno: il desiderio in Dante e Petrarca

I desideri che ci costituiscono sono segno del Mistero. Infatti solo l’infinito è misura adeguata per il cuore dell’uomo. Prendendo spunto dall’inizio dell’anno dedicato a Dante Alighieri (1265-1321) , nei settecento anni dalla sua morte, qui viene proposto un confronto sulla diversa, diversissima, concezione del desiderio che si può riconoscere in Dante e nell’altro grande…
Leggi tutto


06/04/2021 0

17-b. La realtà è segno: un racconto e un saggio

Due esempi di come la ragione una, leggendo le cose e gli avvenimenti come segno, si interroga su Dio. Un racconto, scritto tanti anni fa da un alunno del mio corso di religione: La casa del cacciatore. Due amici che si interrogano su cosa facciano capire le cose che vedono e su qual è il…
Leggi tutto


22/03/2021 0

17. La realtà è segno: invito alla ragione perché vada al di là dell’immediato

Come si chiama una cosa che me ne fa comprendere un’altra oltre sé? Segno. La realtà comunica con questa dinamica razionale del segno, di cui è intessuta tutta la nostra esperienza quotidiana (tutto è segno, anche queste parole scritte…) una presenza oltre sé. Riconoscerlo e cercare quell’Oltre a cui tutto rimanda è il vertice della…
Leggi tutto


15/03/2021 0

16. La legge del cuore: nella coscienza un Altro ci parla?

Nello sviluppo del nostro itinerario sull’origine della religiosità nell’esperienza della persona umana, ci siamo soffermati su quella voce interiore che suggerisce il bene e il male, sulla coscienza, che come legge interna della nostra umanità ci parla incessantemente e si presenta come voce ALTRA. “Io sono Tu-che-mi-fai”: nell’intimo rispondo all’Altro Misterioso che mi parla. In…
Leggi tutto


15/03/2021 0

15. Io sono “Tu-che-mi-fai”

Quanto più io scendo dentro me stesso, se scendo fino in fondo, donde scaturisco? Non da me: da altro.  Io sono «tu-che-mi-fai». L’io, l’uomo, è quel livello della natura in cui essa si accorge di non farsi da sé. Così che il cosmo intero è come la grande periferia del mio corpo senza soluzione di continuità. Si…
Leggi tutto


16/02/2021 0

14. Tutto è buono… e il male, il dolore del mondo?

LUIGI GIUSSANI, Il senso religioso, cap.XLo stupore originale implica un senso di bellezza, l’attrattiva della bellezza armonica. (…) Non solo l’uomo si accorge che questa inesorabile presenza è bella, attira, è consona a sé nel suo ordine: constata anche che essa si muove secondo un disegno che può essergli favorevole. (…) Il contenuto delle religioni più antiche…
Leggi tutto


15/02/2021 0

La realtà è fatta per l’uomo: il cosmo immenso è per me.

“Uno degli aspetti più affascinanti che emergono dall’astrofisica attuale è l’evidenza che la vita, e la nostra esistenza, richiedono il concorso dell’intera storia dell’universo per poter sussistere. Già gli antichi sapevano che la vita umana dipende dal sole e dalla pioggia, dalla fertilità della terra, dall’avvicendarsi delle stagioni. Oggi sappiamo che la vita dipende anche…
Leggi tutto


05/02/2021 0

12. Stupore per la presenza

Se uno aprisse gli occhi al mondo come fosse la prima volta, lo stupore, la meraviglia sarebbe il primo contraccolpo dell’essere, del fatto che tutto c’è! Dato=dono Presente=regalo Su questa aurora del rapporto con la realtà, alcuni esempi di grandi artisti, che proprio per la loro umanità sono grandi:Claude Monet e la cattedrale di Rouen:…
Leggi tutto


28/01/2021 0

Se nascessi ora con la coscienza d’adulto… undicesima lezione Religione CSMA.

“Supponete di nascere, di uscire dal ventre di vostra madre all’età che avete in questo momento, nel senso di sviluppo e di coscienza cosi come vi è possibile averli adesso. Quale sarebbe il primo, l’assolutamente primo sentimento, cioè il primo fattore della reazione di fronte al reale? Se io spalancassi per la prima volta gli…
Leggi tutto


19/01/2021 0