Nella tristezza pulsa la nostalgia della felicità

 

inside-out

«Già la sola idea costante, che esista qualcosa di infini­tamente più giusto e più felice di me, mi riempie tut­to di smisurata tenerezza e di gloria, oh, chiunque io sia, qualunque cosa abbia fatto! All’uomo assai più in­dispensabile della propria felicità, è sapere e ad ogni momento credere che c’è in un certo luogo una feli­cità perfetta e calma, per tutti e per tutto… Tutta la legge della esistenza umana consiste ‘solo in ciò: che l’uomo possa sempre inchinarsi dinanzi all’infinita­mente grande. Se gli uomini venissero privati dell’in­finitamente grande, essi non potrebbero più vivere e morrebbero in preda alla disperanza». F. Dostoevskij

Nel seguente link: La tristezza: testi usati a lezione

Qui sotto la scena finale di Inside Out

La Canzone SAMBA EN PRELUDIO di Vinicio de Moraes e Baden Powell nell’interpretazione di Chico Barque e Patrick Bruel